Putin non è pazzo. E’ “solo” un narcisista patologico

Putin pazzo? No, non lo è. Perlomeno non nel senso scientifico del termine – anche se in campo scientifico i vocaboli “pazzo” e “matto” sono stati da tempo banditi. Oggi si parla di disturbi psicotici e di disturbi della personalità. E Putin, lo Zar che ha scatenato la guerra in Ucraina, ha proprio il disturbo di personalità narcisistico patologico. Come molti altri uomini politici del presente e del passato (Trump, Berlusconi, Hitler, Mussolini, Napoleone, Giulio Cesare ecc.).

Cosa significa essere un narcisista patologico? Innanzi tutto va considerato che il disturbo si manifesta normalmente per cause diametralmente opposte agli effetti che produce. Mi spiego meglio. Il narcisista patologico è un individuo (uomo o donna) che alti livelli di autostima, una bassa tolleranza alle critiche e soprattutto distacco emozionale. Inoltre presenta i seguenti aspetti: fantasie di successo illimitato, potere, fascino, bellezza; senso di vuoto e apatia nonostante i diversi successi; mancanza di empatia e sfruttamento degli altri; sentimento di disprezzo, invidia e arroganza nei confronti degli altri;
idee grandiose di sé stessi, convinzione di meritare ammirazione e un trattamento speciale da parte degli altri per la propria unicità, bellezza ecc.; sentirsi non totalmente apprezzati e riconosciuti per il proprio valore.

Tutto ciò porta il narcisista prima di tutto, a distorcere completamente la realtà, poiché tutto deve adeguarsi al suo pensiero e, soprattutto. nulla deve contraddirlo. E questo perché, di base, il narcisista patologico diviene tale in seguito alla mancanza di fiducia in se stesso causata – nella stragrande maggioranza dei casi – dall’ambiente familiare sia in presenza di quei genitori che credono eccessivamente nella superiorità del proprio figlio, tanto da premiarlo solo nel caso in cui riesca ad avere successo e a mantenere l’immagine grandiosa di se stesso che nei casi – al contrario – di un ambiente familiare incapace di fornire al bambino le attenzioni e le cure di cui avrebbe bisogno, oppure incapace di sostenere e supportare il bambino. Altra ipotesi di causa del narcisismo è che un ambiente familiare iperprotettivo sia deleterio per il bambino, perché non gli permette di sviluppare una sana fiducia in se stesso, così come anche un ambiente troppo permissivo e indulgente.

Non conosciamo la storia dell’infanzia e dell’adolescenza di Vladimir Putin. Ciò che sappiamo è quello che è. Secondo il DSM 5°, il disturbo narcisistico di personalità è caratterizzato da un modello persistente di grandiositànecessità di adulazione e mancanza di empatia. Ed è esattamente il ritratto di Putin. Sbaglia chi afferma che lo zar sarebbe titubante di fronte a determinati eventi bellici o che gli prema la salute dei russi. Falso. Putin non ha empatia, non bada, non percepisce la sofferenza altrui. Forse non sa nemmeno cosa sia, la sofferenza, come sicuramente non sa cos’è l’amore. Infatti tutti lo definiscono freddo, glaciale, senza emozioni. Perché, semplicemente, non le ha. Percepisce solo la sua smoderata fame di sucesso, di riconoscimento e di ammirazione. Avete mai visto come cammina? Avete visto il filmato in cui entra nel parlamento, appena eletto presidente? Organizza tutto in modo che venga evidenziata la sua grandezza (per inciso, è alto 168 cm con i tacchi…).

Per questo Putin è pericoloso. Non perché sia pazzo, tutt’altro. E’ anche – purtroppo – un ottimo stratega. Non ha emozioni e questo lo pone un gradino più in altro dei suoi avversari. Essere “riconosciuto”, e adorato. Ricordate come lo adulavano Berlusconi prima e Salvini dopo? Come si vantavano che fosse loro amico? Ebbene, probabilmente Vladimir Vladimirovič Putin non sa nemmeno quale sia il loro nome di battesimo.

2 risposte a "Putin non è pazzo. E’ “solo” un narcisista patologico"

Add yours

  1. Davanti alla Grande Porta di Kiev mi aspettavo di mettermi li a dire “Ich been ein Berliner” ed invece il suo articolo mi ha richiamato alla triste realtà. C’era un film degli anni settanta, forse uno sceneggiato in bianco e nero, non ricordo, in cui il protagonista, per tutto il film, dava la caccia ad un robot che si è ribellato all’ uomo e nell’ ultima scena scopre di essere lui stesso un robot. Non mi ricordo che film fosse e non lo ritrovo su Google il che è molto inquietante.

    Anche io sono un narcisista patologico ma siamo in tanti, troppi e viviamo male, molto male. E’ stata una scelta della società capitalistica occidentale, fin dal Rinascimento, quella di coltivare il narcisismo.

    Quando Brunelleschi si mette a costruire la cupola di Santa Maria Novella in realtà non ha la minima idea se starà su o no. Non si cura di quanti operai moriranno se crolla. Fa mettere i mattoni a spina di pesce e spera. L’ importante è creare la sua cupola, come dargli torto.

    Oggi la popolazione mondiale è di otto miliardi con una vita media di 73 anni. 73 anni diviso otto miliardi fa circa 288 millisecondi. Tuttavia in tantissimi oramai ritengono che postare a livello planetario una foto della pizza prima di mangiarsela sia una cosa che abbia un suo senso.

    Lei poi mi cita addirittura Giulio Cesare! Mah, a quei tempi se non morivi in battaglia diventavi un POW e passavi tutta la vita da schiavo. Se eri istruito ti usavano per dare un’ educazzione ai figli dei patrizi. Se ti comportavi bene potevi, nella vecchiaia, diventare un liberto ed andare al Colosseo a vedere i leoni che mangiavano i cristiani. Bei tempi, Roma era il centro di un mondo ordinato! Poi è arrivato quel palestinese con le sue idee bizzarre ed ha rovinato tutto. Come avrà fatto poi un uomo solo a combinare un tale casino?

    Narcisismo patologico lo chiama Lei? Ma è un peccato pensare di avere qualcosa da dire? In fondo fare 73 anni diviso otto miliardi mi ha preso più di 288 millisecondi ed è una riflessione che ho fatto da solo senza saltare su un carrarmato per affliggere i miei simili.

    "Mi piace"

    1. Caro 288, Lei ha dimenticato l’aggettivo (molto significante e determinante) “patologico”. Il narcisismo è comune a tutti – in maggior o minor parte – e guai se non ci fosse! L’ego fa parte della nostra psiche. Ma come in tutte le cose, quando l’uso diventa abuso iniziano i dolori. Se bevo un bicchiere di vino a pasto non sono astemio, d’accordo, ma nemmeno alcolista. E così con tutte le attività umane. Il narcisismo viene considerato un disturbo della personalità, quando è esagerato, patologico appunto. Lei non è un narcisista patologico solo perché ha qualcosa da dire. E nemmeno chi fa una guerra lo è necessariamente. Ciò che distingue e contraddistingue il NP è l’indirizzo della propria attività (fisica e mentale) verso il proprio autocompiacimento, senza tener conto dei sentimenti e delle emozioni altrui, anzi: sfruttando gli altri per raggiungere i propri scopi. Il NP è falso, ipocrita, bugiardo; non vede altro che la propria “grandezza” e pretende dagli altri il riconoscimento incondizionato della stessa. Tornando a Putin: oggi è sicuramente l’uomo più famoso della terra, quello di cui tutti parlano e tutti temono. Obiettivo raggiunto.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: